Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

La tragedia avvenuta nel Gullistan, fronte caldo di guerra

Afghanistan: ucciso soldato italiano, forse da un cecchino

La Russa: "Abbiamo avuto troppi lutti"

Afghanistan: ucciso soldato italiano, forse da un cecchino
31/12/2010, 13:12

AFGHANISTAN - Ancora un soldato morto, nel 2010, a suggellare l'anno più nero da quando la missione militare italiana è in Afghanistan. Non si conosce per il momento l'identità del soldato ma, in base alle scarne notizie arrivate, l'uccisione sarebbe dovuta ad un preciso colpo di fucile sparato da un cecchino. Il fatto sarebbe avvenuto verso le 11, ora italiana, nel Gullistan, una regione "calda" situata nella parte ovest del Paese, che da poco gli Stati Uniti hanno ceduto al controllo italiano.
A spiegare cosa sia successo è lo stesso Ministro delle Difesa Ignazio La Russa: "Un altro lutto che arriva in un giorno che doveva essere di festa. Ci sono stati troppi lutti in Afghanistan tra i nostri soldati. Il soldato era di guardia a una torretta a sud della zona sotto controllo italiano, quando un colpo di fucile sparato da lontano da un cecchino lo ha colpito a un fianco, proprio in una parte del corpo non protetta. Oltre che una tragedia è stato un fatto di grande sfortuna. Il militare era protetto da tutti gli accorgimenti, ma è stato colpito da un cecchino alla spalla. Il colpo 'è penetrato e ha leso organi vitali. Già nei giorni scorsi vi erano stati scambi di proiettili, che però non avevano avuto conseguenze. Un lutto che si va ad aggiungere a molti altri lutti, in un giorno che sarebbe dovuto essere di festa''.
Formale e di routine anche il cordoglio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano espresso ai familiari della vittima e alle Forze Armate

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©