Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il discorso del Presidente iraniano

Ahmadinejad all'Onu: sia l'uomo al centro del mondo


Ahmadinejad all'Onu: sia l'uomo al centro del mondo
27/09/2012, 15:16

NEW YORK (USA) - Come sempre, quando il presidente iraniano Ahmadinejad parla all'Onu - come è suo diritto - gran parte delle delegazuioni dei Paesi occidentali (a cominciare da Usa ed Israele) escono dall'aula in segno di protesta. Ma cosa dirà di così terribile? Grazie al sito Irib, abbiamo la traduzione integrale dell'intervento fatto ieri (per leggerlo in maniera completa, cliccare su http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/113960).
L'ho letto integralmente. Personalmente non approvo i molti intercalari religiosi, che stilisticamente appesantiscono la prosa (ma magari in farsi, cioè la lingua iraniana, non è così). Tuttavia, è difficile non riconoscere un messaggio di fratellanza, unito ad una constatazione ovvia: parte della responsabilità della crisi che stiamo vivendo è dovuta all'avidità umana, che mette al centro la ricchezza e non l'uomo e i suoi valori. Naturalmente poi si può discutere se il suo concetto di "valori" sia equivalente al concetto che se ne dà in Occidente. Eppure, se dovessi confgrontare questo discorso con quello fatto da Obama, potrei credere senza dubbio che questo è più adatto ad un Premio Nobel per la Pace. Qui non ci sono minacce verso altri Paesi, non si dice: "Dovete fare come dico io". E la differenza non è da poco. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©