Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

ALGERIA, LEADER DI AL QAEDA INVITA I MILIZIANI A DEPORRE LE ARMI


ALGERIA, LEADER DI AL QAEDA INVITA I MILIZIANI A DEPORRE LE ARMI
19/01/2009, 14:01

Hassan Hattab, algerino fondatore del gruppo salafita per la predicazione e il combattimento, ora divenuto al-Qaeda per il Maghreb islamico, ha fatto appello ai militanti dei vari gruppi armati di matrice islamica affinchè abbandonino le armi.

"Quale legge e quale morale autorizza questi atti? E' questa la jihad ammessa da Dio?" si legge in una nota inviata agli organi di stampa dell'ex emiro. C'è dell'altro. Hattab, alla guida del gruppo salafita fino al 2003 scrive di essersi pentito. "Mi pento e condanno questi atti" dice e continua: "Il sangue dei musulmani è caro e il suo spargimento è molto pericoloso". Poi senza troppi giri di parole, la lettera spedita alla stampa è di quattro pagine, Hattab chiede ai militanti di "ritornare alla società e alle vostre famiglie. La società è pronta ad accogliervi e a curare le vostre ferite". Dal 2007 Hattab è uscito di scena e da allora non è mai più comparso in pubblico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©