Dal mondo / America

Commenta Stampa

L'aeroporto era stato chiuso per ore

Allarme all'aeroporto di Newark, ma era per un bacio


Allarme all'aeroporto di Newark, ma era per un bacio
08/01/2010, 10:01

NEW YORK - Nei giorni scorsi c'è stato un grosso allarme terrorismo all'aeroporto internazionale di Newark: una persona aveva scavalcato le transenne, entrando nella zona delle partenze internazionali, senza che nessuno lo fermasse. Subito era stato lanciato l'allarme ed erano cominciate le ricerche dell'uomo, che non era stato trovato. Erano anche state bloccate le partenze e gli arrivi, per evitare che l'uomo potesse salire su un aereo e sabotarlo o piazzarvi una bomba. Addirittura il capo della sicurezza dell'aeroporto era stato sostituito, in quanto considerato responsabile dell'accaduto.
Ma oggi un quotidiano del New Jersey mostra le immagini tratte da una videocamera del sistema di sorveglianza che mostra come l'uomo - che rimane ancora ignoto - era solo andato a baciare la fidanzata che stava partendo. E' entrato, l'ha abbracciata e baciata e poi è uscito tranquillamente e se ne è andato via. Cioè ha fatto la cosa più normale del mondo. Ma è la dimostrazione di quali danni crea la psicosi da attentato che si sta alimentando negli USA e non solo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©