Dal mondo / America

Commenta Stampa

Continua la vendita di cimeli del cantante

All'asta l'ultima siringa di Michael Jackson


All'asta l'ultima siringa di Michael Jackson
18/03/2010, 14:03

Non si è ancora dissolto il rumore fatto dalla notizia che la Sony ha pagato 250 milioni di dollari per i diritti postumi sulle canzoni di Michael jackson, che già sorge una nuova polemica su un'asta che si dovrebbe tenere il prossimo 25 giugno, primo anniversario della morte del cantante. Oggetto di questa asta è la siringa con la quale il dottor Conrad Murray somministrò a Jackson la dose letale di Propofol, un potente anestetico che però il cantante usava abitualmente per lenire i fortissimi dolori alla schiena di cui soffriva. Ma ci sono molte polemiche, oltre ad un problema legale. Le polemiche sono quelle che avvengono quando si fanno le aste di certi cimeli; ma soprattutto c'è il problema legale che comunque si tratta di una prova di un reato di omicidio. Per questo, anche se alcune voci parlano di un'asta fatta a Las Vegas, è molto più probabile che venga fatta in Paesi che non hanno rapporti giuridici con gli USA, come il Brasile o la Libia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©