Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

AMNESTY INTERNATIONAL: INDIA, COREA DEL SUD E TAIWAN CESSINO DI APPLICARE LA PENA DI MORTE


AMNESTY INTERNATIONAL: INDIA, COREA DEL SUD E TAIWAN CESSINO DI APPLICARE LA PENA DI MORTE
10/10/2008, 09:10

Oggi è la Giornata Mondiale contro la pena di morte ed Amnesty International ha colto l'occasione per lanciare in particolare un appello a tre nazioni (Corea del Sud, Taiwan ed India) per adottare ufficialmente una moratoria per le esecuzioni capitali. In tutti e tre i Paesi non si pratica da diversi anni la pena di morte (in Corea del Sud dal 1997, in India dal 2004 e a Taiwan dal 2005) ma esiste un braccio della morte e vengono ancora inflitte condanne capitali.

Ma il cruccio più grande per Amnesty International resta la totale impermeabilità alle sue argomentazioni da parte dei Paesi che eseguono più condanne di morte al mondo: Stati Uniti, Cina, Iran, Arabia Saudita e Pakistan da soli eseguono l'88% delle pene capitali nel mondo. Un ben triste primato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©