Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Amy Winehouese sarebbe morta per abuso di alcool

Tasso alcolico 5 volte superiore alla norma

Amy Winehouese sarebbe morta per abuso di alcool
27/10/2011, 09:10

Sono trascorsi già tre mesi dalla morte prematura di Amy Winehouse e si è forse arrivati alla risoluzione del giallo. La giovane cantante, scomparsa il 22 luglio all’età di 27 anni, sarebbe morta per abuso di alcool. Non è stata quindi la droga ad uccidere Amy, ritrovata nel suo appartamento londinese. Al momento della morte è stato rilevato che il tasso alcolico della cantante era 5 volte superiore alla norma e le avrebbe quindi causato una morte inaspettata. In realtà Amy circa un mese prima della sua scomparsa, aveva smesso definitivamente di bere. L’aver ripreso a bere all’improvviso e con una tale veemenza, potrebbe essere stato letale per la giovane cantante, tanto da portarla sul letto di morte. A conferma di questa tesi c’è il fatto che gli inquirenti, all’interno dell’appartamento hanno ritrovato tre bottiglie di vodka vuote .
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©