Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

Passata in prima lettura con la maggioranza dei due terzi

Anche la Nuova Zelanda apre ai matrimoni gay


Anche la Nuova Zelanda apre ai matrimoni gay
01/09/2012, 17:48

AUCKLAND (NUOVA ZELANDA) - A sorpresa, anche nel Parlamento della Nuova Zelanda hanno deciso che i loro concittadini potranno convolare a nozze anche se gay. La proposta di legge, che mira a modificare la legge sul matrimonio attualmente esistente, è passata dal Parlamento con una maggioranza di 80 voti a 40, quando ne sarebbero bastati 61. Trattandosi di una legge di iniziativa di un deputato, e non del governo, dovrà avere un passaggio presso una commissione tecnica, incaricata di verificare la compatibilità con le altre norme (cioè evitare che le leggi siano contraddittorie tra di loro) e poi ripassare in Parlamento. Ma la maggioranza della prima votazione lascia molti margini di tranquillità. 
Ha inciso molto la decisione del leader del Partito Nazionale, Paul Hutchinson. SI era sempre dichiarato contrario, ma poi, di fronte al crescente tasso di suicidi in Australia di giovani omosessuali, ha cambiato idea. E le sue parole sono un epitaffio a tutti gli ostacoli che vengono messi in tutto il mondo a leggi similari: "Non posso formulare motivazioni intellettuali, morali, di salute o persino spirituali contro questa proposta di legge". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©