Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il no dopo la sconfitta nel Nord Reno-Westfalia

Angela Merkel, niente taglio delle tasse in Germania


Angela Merkel, niente taglio delle tasse in Germania
10/05/2010, 17:05

BERLINO – Dopo l’amara sconfitta nel Nord Reno-Westfalia, Angela Merkel dice no al taglio delle tasse. La cancelliera tedesca ha escluso una riduzione delle imposte, dando in questo modo un colpo deciso ad uno dei progetti chiave del programma del centro-destra. La leader conservatrice, dopo aver ammesso il fallimento, ha sottolineato che le priorità per la Germania sono il “consolidamento di bilancio” e il completamento della “regolamentazione dei mercati finanziari”.
Nel loro programma di governo, conservatori e liberali prevedevano una riduzione delle imposte di 24 miliardi di euro l’anno.Questa promessa era al centro del programma politico dei liberaldemocratici. Le prossime legislative tedesche si svolgeranno nel 2013. La Merkel ha escluso inoltre un eventuale rimpasto di governo alla luce della sconfitta subita nel Nord Reno-Westfalia e delle condizioni di salute del ministro delle Finanze, Wolfgang Schaeuble (Cdu). “Sarebbe controproducente se adesso lasciassi il sentiero che abbiamo trovato”, ha detto la cancelliera al termine di una riunione con i vertici del partito.
La sconfitta nel Land più popoloso della Germania comporta un importante ostacolo all’attuazione di alcune grandi riforme promesse dal governo di Berlino, che dispone adesso di margini di manovra molto più limitati, come la riduzione delle tasse per privati e aziende, il rinvio dell’uscita dal nucleare, l’introduzione di una quota per l’assicurazione sanitaria obbligatoria.
Attualmente i 7 governi regionali a guida nero-gialla garantiscono 37 dei 69 seggi al Bundesrat. Con la sconfitta nel Nord Reno-Westfalia la coalizione perde 6 seggi e scende a 31.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©