Dal mondo / America

Commenta Stampa

Schiacciante vittoria per Obama

Approvata la riforma sanitaria


Approvata la riforma sanitaria
28/06/2012, 17:06

La Corte Suprema degli Stati Uniti d’America ha promosso la riforma sanitaria dando ragione ad Obama, anche nella parte in cui si ha l’obbligo per i lavoratori americani, di avere un’assicurazione sanitaria pena il pagamento di sanzioni.
 
La proposta è passata con 5 voti a favore e 4 contrari, tra questi ultimi i giudici Scalia, Kennedy, Thomas e Alito mentre a sorpresa il conservatore Roberts si è schierato a favore. Roberts motiva il suo voto dicendo “Il fatto che la riforma preveda che alcuni cittadini possano pagare sanzioni per non aver ottenuto l’assicurazione medica può essere considerato come una tassa e quindi non vi è nulla di incostituzionale perché la Costituzione permette tasse del genere e non è nelle nostre competenze vietarle”.

La riforma sanitaria entrerà in vigore a partire dal 2014 e riguarderà circa 30 milioni di americani.

L’approvazione è una vittoria schiacciante di Obama, in quanto la riforma sanitaria è una delle leggi più vaste approvate dagli Stati Uniti. Grazie all’approvazione le assicurazioni dovranno fornire polizze anche a pazienti malati, e ci saranno grandi sgravi fiscali per tutti i cittadini che fino ad ora non potevano permettersi un’assicurazione.

Sicuramente il risultato positivo avrà un ruolo importante per Obama, in vista delle elezioni il prossimo novembre.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©