Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

A marzo dovrebbero essere aperte le prime sale

Arabia Saudita: cade il divieto per i cinema


Arabia Saudita: cade il divieto per i cinema
11/12/2017, 10:27

RIAD (ARABIA SAUDITA) - Continua la politica di apertura e di modernizzazione dell'Arabia Saudita. E questa volta lo fa abolendo il divieto, in vigore da 35 anni, di apertura di sale cinematografiche. Può sembrare strano, a noi che abbiamo una sala cinematografica anche nei comuni più piccoli e sperduti, ma in tutta l'Arabia Saudita non ne esiste neanche una. Le prime verranno aperte a marzo. In realtà era una idea che il re Salman sta portando avanti da tempo, come dimostra il fatto che molte delle sale sono in costruzione da mesi e che negli ultimi mesi sono state ospitate in Arabia Saudita diverse rassegne cinematografiche. 

Ma è una svolta positiva. L'Arabia Saudita è un Paese musulmano waabita, cioè legato ad una delle correnti più estremiste dell'Islam. E, come predicavano alcuni monaci cristiani del Medioevo, la corrente waabita dà una accezione negativa ai divertimenti pubblici. Per cui l'inversione di rotta dell'Arabia Saudita potrebbe a lungo termine portare ad un minore estremismo religioso. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©