Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

113 gli arresti, la metà sono yemeniti

Arabia Saudita: smantellata presunta cellula di Al Qaeda


Arabia Saudita: smantellata presunta cellula di Al Qaeda
24/03/2010, 16:03

RIAD (ARABIA SAUDITA) - La Sicurezza dell'Arabia Saudita (un misto tra Polizia, Polizia politica e paramilitari, ndr) ha sgominato una cellula di Al Qaeda, che stava pianificando attentati agli impianti petroliferi. E' stato il portavoce del Ministero dell'Interno, Mansour al-Turky, a darne comunicazione, spiegando che la cellula agiva in maniera indipendente, pur essendo legata alla nota organizzazione internazionale. Gli arrestati sono 47 sauditi, mentre gli altri sono yemeniti, eritrei e bengalesi, immigrati in Arabia Saudita. Secondo al-Turky sono stati sequestrati anche fucili, mitra e munizioni, oltre ad alcune cinture piene di esplosivo, di quelle utilizzate per gli attentati suicidi. Inoltre sembra che la base di partenza fosse nello Yemen.
In realtà Yemen ed Arabia Saudita sono due nazioni dove le organizzazioni terroristiche si trovano a loro agio, dato l'odio che la stragrande maggioranza della popolazione prova nei confronti dei loro governanti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©