Dal mondo / America

Commenta Stampa

Polemiche per il progetto considerato discriminatorio

Argentina, una giovane assessore propone bagni per trans


Argentina, una giovane assessore propone bagni per trans
08/09/2010, 11:09

Una giovane assessore del comune di San Martin ha presentato un progetto che ha lasciato di stucco tutti. La proposta consiste nell'introdurre all'interno delle discoteche bagni per transessuali da aggiungere a quelli per uomini e donne.
I locali da ballo in questione si trovano in una cittadina nella provincia argentina di Mendoza. Un progetto che ha suscitato subito grosse polemiche nei confronti di Gimena Abonassar, assessore in giunta da circa tre mesi. "Mi sembra una soluzione per evitare scherzi e aggressioni ai danni dei trans. Con i bagni per transessuali ci sarebbe più rispetto anche per la privacy del resto delle persone spesso in situazioni di imbarazzo per la loro presenza", ha spiegato l'assessore alla stampa.
Il presidente del consiglio comunale, Bartolomè Robies, in merito alla questione ha espresso la sua disapprovazione. "Sarebbe un atto discriminatorio introdurre un terzo bagno per i transessuali", ha detto. Dura la replica di Abonassar che dichiara: "Quando nei bagni entrano i travestiti le ragazze vanno via per l'imbarazzo".
Ma Robies insiste che si tratta di un atto di discriminazione. "I bagni delle donne sono chiusi dalle porte per cui non vedo nulla di male - aggiunge - se un uomo che a deciso di condurre una vita da donna abbia la necessità di entrare in una toilette per signora".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©