Dal mondo / America

Commenta Stampa

Armi militari non letali usate sui manifestanti al G-20 di Pittsburgh



Armi militari non letali usate sui manifestanti al G-20 di Pittsburgh
29/09/2009, 22:09

In questi giorni in cui c'è stato il G-20 a Pittsburgh si è parlato soprattutto delle dichiarazioni dei vari leader occidentali, delle loro minacce all'Iran, delle loro promesse sull'uscita dalla crisi e così via. Ma la notizia più importante non è stata data: è stata sperimentata una nuova arma militare non letale su un gruppetto di manifestanti. Si tratta di un'arma che si chiama LRAD (sono le iniziali di Long Range Acoustic Device), ed è un cannone sonoro, che genera note acute ed ultrasuoni, che provocano un intenso dolore alle orecchie delle persone colpite. L'arma usata è un prototipo molto piccolo, con una portata di poche decine di metri. Eppure dal video risulta evidente come la gente venga colpita duramente; molti addirittura barcollano, segno evidente che l'udito è stato colpito così violentemente, da mettere in pericolo l'equilibrio del corpo. A questo proposito, consiglio a chi voglia vedere il video, di tenere l'audio molto basso. Purtroppo la registrazione non consente di riportare gli ultrasuoni, quindi può sembrare una semplice sirena, ma è molto di più.
L'arma nasce come arma militare, ed è la prima volta che viene sperimentata in ambito civile. Ma la cosa più grave è che, come si può vedere dalle immagini, viene usata contro un gruppo di manifestanti che stanno civilmente protestando, cosa che evidentemente negli USA non intendono permettere.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©