Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

4 giorni fa aveva ucciso una assistente psicoterapeuta

Arrestato in Polonia lo stupratore-omicida in fuga dalla Svizzera


Arrestato in Polonia lo stupratore-omicida in fuga dalla Svizzera
16/09/2013, 11:09

POLONIA - E' durata quattro giorni la fuga di Fabrice Althamatten, l'uomo già condannato per due stupri (uno dei quali in Francia), che venerdì scorso è fuggito dalla Svizzera dopo aver ucciso a coltellate l'assistente psicoterapeuta che doveva accompagnarlo ad una seduta in un istituto ippoterapico per favorirne il reinserimento sociale. L'uomo è stato fermato poco dopo aver superato il confine tra Germania e Polonia, ancora a bordo della Citroen Berlingo bianca di proprietà di Alice Morel, la sua ultima vittima. Le autorità svizzere hanno annunciato che presto presenteranno al governo polacco la richiesta di estradizione, per poter ricondurre Althamatten in carcere, in attesa di un nuovo processo per l'omicidio commesso. 
Intanto si apprendono altri particolari agghiaccianti. Come il fatto che la mattina dell'omicidio Althamatten si sia fermato in un negozio a ritirare un coltellino svizzero (prezzo 50 franchi) che aveva ordinato mentre era in carcere. Una cosa strana, se consideriamo che l'ordine è stato fatto dal carcere da parte di una persona che era stato condannato per due stupri avvenuti minacciando le vittime per un coltello. 
Ora però per Althamatten non ci dovrebbero essere più permessi nè uscite dal carcere. Infatti, anche se nominalmente non esiste l'ergastolo in SVizzera, per uscire dal carcere c'è bisogno di una attestazione dello psichiatra che attesti che non c'è un pericolo sociale. Ma quale psichiatra potrà dare il suo ok ad Althamatten, visto quello che è successo? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©