Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Tutto l'equipaggio è stato sequestrato, come la nave

Assaltata la nave Estelle, Israele compie un nuovo atto di pirateria


Assaltata la nave Estelle, Israele compie un nuovo atto di pirateria
20/10/2012, 14:08

ASHDOD (ISRAELE) - Come avevano annunciato, le navi israeliane questa mattina, poco dopo le 10, hanno assalito la nave Estelle, un peschereccio modificato che si stava dirigendo a Gaza carico di aiutri umanitari per la popolazione palestinese. Sei navi - cinque motovedette ed una nave più grande - hanno attaccato la nave quando si trovava in acque internazionali, 17 Km. a nord della città egiziana di Arish. 
Agendo alla maniera dei pirati, soldati israeliani a volto coperto sono saliti a bordo e hanno impriogionato l'equipaggio,  Come avevano annunciato, i pacifisti non hanno opposto alcuna resistenza. Ora la nave è stata dirottata verso il porto israeliano di Ashdod dove, se verrà seguita la stessa procedura usata nel 2010 con le navi della Freedom Flotilla, le persone verranno imprigionate a tempo indeterminato, mentre la nave verrà spogliata di tutto quello che ha a bordo. 
Anche nel 2010 le navi della Freedom Flotilla vennero aggredite in acque internazionali, a dispetto di tutte le norme che vietano questi comportamenti. Ma è chiaro che nessuno punirà il governo israeliano per questo ennesimo atto di pirateria, dato che è noto che quel Paese gode della più completa immunità per tutti i crimini che compie quotidianamente contro i civili palestinesi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©