Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il fondatore di Wikileaks ha chiesto asilo politico

Assange si è rifugiato nell'Ambasciata dell'Ecuador


Assange si è rifugiato nell'Ambasciata dell'Ecuador
19/06/2012, 21:06

LONDRA (INGHILTERRA) - Julian Assange ormai è disperato ed è conscio che la sua destinazione finale saranno gli Usa, dopo una breve permanenza in Svezia, che ne ha chiesto l'estradizione. Lo ha dimostrato il fatto che si è rifugiato nell'Ambasciata dell'Ecuador, chiedendo asilo politico. L'ha comunicato il Ministro degli Esteri ecuadoriano Ricardo Patino, che poi ha aggiunto che si sta valutando se acconsentire o meno.
Assange ha visto sfumare la settimana scorsa l'ultima possibilità di restare libero, dopo che la Corte Suprema ha respinto l'ultimo ricorso presentato per impedire l'estradizione in Svezia. Dove deve rispondere di due reati sessuali (aver fatto sesso senza preservativo senza il consenso della donna) che le stesse presunte vittime hanno ampiamente negato - in alcune interviste - essere avvenuto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©