Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Tre ordigni in tutto, 2 per ambasciate di Messico e Olanda

Atene: intercettato un pacco bomba per Sarkozy


Atene: intercettato un pacco bomba per Sarkozy
01/11/2010, 18:11

ATENE - Solo qualche giorno fa, In seguito al ritrovamento degli "ordigni volanti" pronti ad esplodere e a far strage di civili in America, Barack Obama aveva apertamente parlato di una situazione internazionale tesissima e di un forte pericolo attentati in tutto il mondo occidentale.
Quest'oggi, all'interno degli uffici del corriere espresso di Atene, è esploso un pacco bomba che sarebbe dovuto arrivare a Nicolas Sarkozy in persona. Così, al meno, ha riportato Reuters a seguito della conferma di un funzionario della polizia greca. Fortunatamente,  comunque, l'unica ferita non grave è stata un'impiegata che non si trovava troppo lontana dalla bomba quando quest'ultima è saltata in aria.
Le autorità elleniche, però, hanno fatto sapere di aver rinvenuto altri due ordigni esplosi che, con molta probabilità, erano stati confezionati per colpire le ambasciate di Messico ed Olanda. La polizia greca avrebbe già arrestato i responsabili del tentato atto terroristico ma, al momento, ha deciso di non rendere nota l'identità dei criminali.
Mentre l'allarme lanciato nei giorni scorsi dal presidente americano si riferiva esplicitamente alle attività di Al Qaeda, secondo gli inquirenti che stanno effettuando le prime indagini, questi tre pacchi bomba sarebbero invece opera dell'estrema sinistra greca e non di gruppi religiosi fondamentalisti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©