Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Atene: Studenti e lavoratori ancora in piazza

La Grecia non dimentica la dittatura

Atene: Studenti e lavoratori ancora in piazza
17/11/2011, 21:11

ATENE- Oggi, mentre la Grecia attraversa una delle fasi più dure della sua storia, studenti e lavoratori sono scesi in corteo partendo dal Politecnico ,nel quartiere di Exarcheia ,per ricordare l'anniversario della rivolta universitaria del 1973 contro la Giunta dei colonnelli ed il massacro di circa 40 studenti.
Il 14 novembre 1973 gli studenti entrarono in sciopero per protestare contro la
dittatura fascista dei colonnelli, iniziata nel 1967, seguita al colpo di Stato che vide la collaborazione degli Stati Uniti. Barricati all’interno del Politecnico, gli studenti realizzarono una stazione radio con quello che trovarono nei laboratori, incitando il resto della popolazione ad unirsi alla lotta. La mobilitazione fu eccezionale. L’occupazione durò tre giorni, concludendosi con la dura repressione dell’esercito, che causò la morte di 24 giovani. Questo fu il primo segnale forte contro la dittatura dei colonnelli ed è ricordato ogni anno con un corteo che termina all’interno del Politecnico.
Ma oggi, gli slogan e i cori hanno riportato l’attenzione anche sulla realtà attuale, contro le misure imposte alla popolazione, contro il Fondo Monetario Internazionale e le direttive dell’UE.
I pesanti tagli continuano a colpire le pensioni, i posti di lavoro ed i diritti della popolazione greca e  trovano costantemente una pronta risposta nella rabbia delle strade di Atene.
La città, sorvegliata da più di 7000 poliziotti, si prepara anche quest’anno ad affrontare una dura stagione di proteste. 

Commenta Stampa
di Broegg Anna Carla
Riproduzione riservata ©