Dal mondo / America

Commenta Stampa

Anche le comunità ebraiche entrano nelle elezioni USA

Atlanta Jewish Time: "Ammazzare Obama? E' una opzione"


Atlanta Jewish Time: 'Ammazzare Obama? E' una opzione'
21/01/2012, 13:01

USA - Ha destato scalpore - ma neanche tanto, rispetto a quanto era prevedibile - un editoriale, uscito sull'Atlanta Jewish Time, quotidiano della città statunitense, in cui il direttore Andrew Adler proponeva agli israeliani di ammazzare il Presidente statunitense Barack Obama. Nell'editoriale vengono prese in considerazione le tre opzioni che ha Israele: eliminare il presidente Usa; attaccare contemporaneamente i palestinesi a Gaza e in Cisgiordania e gli Hezbollah in Siria; attacchi contro l'Iran per fermare lo sviluppo delle centrali nucleari. Questo perchè le comunità ebraiche statunitensi considerano Obama un nemico di Israele, dato che per almeno due volte - secondo indiscrezioni - si è rifiutato di appoggiare attacchi militari che Israele intendeva sferrare.
A fronte delle proteste che si sono sollevate, Adler ha fatto una parziale retromarcia, sostenendo che era un modo per vedere le reazioni dei propri lettori. Ma in realtà è solo l'ennesima dimostrazione di come ci sia molta più simpatia, da parte dei vertici delle comunità ebraiche per i repubblicani. D'altronde Obama non ha mai detto che i palestinesi non sono un popolo e quindi non possono reclamare un territorio, come ha fatto Gingrich; nè ha incitato a bombardare l'Iran in maniera preventiva, come ha fatto Rick Santorum, giusto per parlare di due dei cadidati repubblicani più accreditati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©