Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

C'è la Siria dietro l'autobomba?

Attacco a Beirut, ucciso ministro anti-Assad

"Accuse false dettate da odio politico"dice ministro siriano

Attacco a Beirut, ucciso ministro anti-Assad
27/12/2013, 17:49

DAMASCO- La libanese "Coalizione del 14 marzo", avversa al regime siriano, ha ritenuto che dietro l'autobomba di Beirut, che oggi ha ucciso cinque persone e ne ha ferito oltre 50, ci fosse  la Siria. Tra le vittime che hanno perso la vita c'è l'ex ministro Mohammad Chatah, esponente di punta della coalizione anti-Assad.

Il ministro dell'Informazione siriano, Omran al Zohbi, dichiara a difesa del suo Paese: "Queste accuse false e arbitrarie vengono avanzate in un contesto di odio politico".

Già l' ex primo ministro libanese Saad Hariri aveva in precedenza accusato il movimento sciita libanese Hezbollah, alleato del regime di Damasco, di essere implicato nell'attentato-strage di oggi.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©