Dal mondo / America

Commenta Stampa

Pronti a partire droni americani a vendicare l'agguato

Attentanto Usa, rivelazione choc: "E' stata Al Qaeda"

Obama: "Sarà fatta giustizia, nessun attentanto ci scuoterà"

Attentanto Usa, rivelazione choc: 'E' stata Al Qaeda'
12/09/2012, 19:11

ROMA – L’attacco alla sede Usa è “stato pianificato da al Qaeda” e il film su Maometto “è stato un diversivo”. Lo scrive la Cnn citando funzionari Usa. Sembra infatti che sia stata l’organizzazione terroristica di Al Qaeda a colpire gli Stati Uniti, proprio come accadde l’11 settembre di undici anni fa. Ha “usato la protesta davanti alla sede Usa di Bengasi come diversione, l'attacco era stato pianificato prima”, scrive la Cnn citando un “alto funzionario dell'amministrazione statunitense”. La fonte “non precisa” se la dimostrazione contro il film giudicato offensivo per l'Islam sia stata orchestrata o meno dagli integralisti o che Stevens fosse l'obiettivo prescelto. Un altro funzionario racconta che l'ambasciatore stava tentando di fuggire dalla sede, per evitare la folla inferocita e scampare alle fiamme. Il think-tank britannico Quilliam, sempre citato dalla Cnn, afferma invece che l'assalto era stato pianificato “come vendetta per la morte di al-Libi”, il numero due di al Qaida la cui uccisione è stata confermata ieri dal leader del network del terrore, Ayman al Zawahiri.

Intanto la reazione americana sembra non tardi ad arrivare. Alcuni droni americani potrebbero sorvolare Bengasi e altre località nell'est della Libia pronti a colpire chi ha effettuato l'attacco alla sede diplomatica Usa di Bengasi. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti, secondo le quali la proposta di usare droni dovrebbe essere approvata a breve dal Pentagono e dalla Casa Bianca.

Anche il presidente Obama è intervenuto a poche ore dall’attentato che ha visto l’uccisione di un funzionario americano presso la sede diplomatica americana in Libia. ”Sarà fatta giustizia” dice il presidente americano, assicurando che gli Stati Uniti lavoreranno con le autorità libiche per individuare e assicurare alla giustizia “gli assassini” autori dell'attacco all'ambasciata Usa in Libia. Gli Stati Uniti – afferma ancora Obama – “condannano nei termini più forti” gli attacchi in Libia, costati la vita a 4 americani e caduti nell'anniversario dell'11 settembre, mentre l'America ricordava gli attacchi terroristici. Obama definisce gli attacchi “oltraggiosi” e sottolinea che gli Stati Uniti lavoreranno con il governo libico per portare davanti alla giustizia chi ha compiuto tale attacco. “Nessun attacco” terroristico scuoterà la determinazione americana, assicura Obama.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©