Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Una bomba lanciata nel suk

Attentato al Cairo: 1 morto, almeno 20 feriti


Attentato al Cairo: 1 morto, almeno 20 feriti
23/02/2009, 08:02

Una tranquilla serata al Cairo, in Egitto, si è tramutata in tragedia, quando è stata lanciata una bomba in mezzo ai turisti che visitavano il suk di Khan El Khalili. L'odigno, costruito artigianalmente ed imbottito di chiodi, per essere più letale, ha ucciso una ragazza di 17 anni e ne ha feriti altri 18, tutti francesi, probabilmente facenti parte tutti della stessa comitiva. Inoltre ha ferito un altro turista tedesco e cinque egiziani, tra cui un poliziotto ed un bambino. Il dato tuttavia è da considerarsi ancora provvisorio.
Poche ore dopo l'attentato, la polizia locale ha comunicato di avere arrestato i tre responsabili: un uomo e due donne velate.
Non è la prima volta che avvengono attentati contro i turisti. Solitamente si tratta di gruppi di estremisti islamici - non così rari in Egitto - nonostante la lotta serrata che il governo di Hosni Mubarak effettua contro di essi. E anche questa volta, il presidente egiziano ha annullato tutti gli impegni, compreso quello previsto per oggi con il presidente della Camera Gianfranco Fini, per seguire da vicino la vicenda.
Il gesto stavolta è stato condannato anche dal Grande Iman di Al Azhar, la massima autorità teologica sunnita, che l'ha qualificato come "un atto criminale e vigliacco".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©