Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

I militari sospettano che si tratti dei Boko Haram

Attentato in Nigeria. In fiamme scuola e commissariato

Un testimone ha parlato di due poliziotti uccisi

Attentato in Nigeria. In fiamme scuola e commissariato
04/11/2012, 19:11

FIKA (NIGERIA) – Un attentato è avvenuto nella notte, verso le 4:30, davanti a un commissariato di polizia e a una scuola nel nord est della Nigeria. Alcuni uomini armati, muniti di esplosivi, hanno attaccato e incendiato una stazione di polizia, una scuola e due torri di telecomunicazioni nella città di Fika. Un portavoce dell’esercito dello Stato di Yobe, Lazarus Eli ha riferito: “Ci hanno informato che ci sono stati attacchi a Fika e sospettiamo siano opera di Boko Haram. Hanno attaccato due torri di telecomunicazioni, un commissariato di polizia e una scuola elementare”. Non è ancora certo il numero delle vittime, alcuni testimoni hanno parlato di due poliziotti uccisi.
I militari sospettano che si tratti di un’azione riconducibile all’organizzazione terroristica jihadista Boko Haram, molto diffusa nel nord est della Nigeria. Il portavoce militare ha aggiunto che le truppe si sono schierate nella città per contenere le violenze. Fika è situata a 170 km da Damaturu, la capitale dello Stato di Yobe e focolaio del gruppo estremista islamico Boko Haram. Un altro testimone, Tanimu Mani ha raccontato: “Hanno lanciato esplosivi, sparato colpi d’arma da foco contro gli obiettivi, appiccato il fuoco e poi sono fuggiti. I soldati arrivati nella città sono entrati nel posto di polizia bruciato e hanno portato fuori i corpi di due poliziotti uccisi”. Dal 2009 le violenze legate al gruppo Boko Haram ha causato 2 mila 800 vittime in un paese, diviso tra un nord popolato da musulmani e un sud prevalentemente cristiano.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©