Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Decine di migliaia in piazza contro le riforme economiche

Austerity, sciopero di 24 ore in Grecia

Le riforme sono ora al vaglio del Parlamento

Austerity, sciopero di 24 ore in Grecia
16/07/2013, 19:40

ATENE - Ancora una volta l’ intera Grecia si è fermata per 24 ore per uno sciopero indetto dai principali sindacati in risposta alle politiche di austerity implementate dal governo greco su pressione della troika (Ue, Bce e Fmi).

Decine di migliaia di persone sono scese in piazza ad Atene e Salonicco, la seconda città del Paese, per protestare in maniera del tutto pacifica contro le riforme economiche che il governo di Antonis Samaras intende varare con urgenza per raggiungere gli standard richiesti dalle istituzioni della troika in cambio della concessione di ulteriori tranche di prestiti. Le riforme, che in queste ore sono al vaglio del Parlamento, riguardano, in particolar modo, la ristrutturazione della pubblica amministrazione, che prevede il licenziamento di migliaia di impiegati entro la fine dell’anno prossimo, e la definizione del salario di base dei lavoratori del settore privato.

Lo sciopero è stato indetto dai principali sindacati del Paese, Adedy e Gsee, che rappresentano rispettivamente il settore pubblico ed il settore privato. Hanno aderito alla protesta anche ospedali pubblici e centri sanitari, che per tutta la giornata hanno funzionato con personale ridotto e solo in caso di emergenza. Le agitazioni hanno avuto ripercussioni anche nel settore dei trasporti. I mezzi di trasporto pubblico (autobus, filobus e metropolitane) sono stati fermi per l’intera giornata. Hanno incrociato le braccia, ma solo per quattro ore, dalle 12 alle 16, anche i controllori di volo degli aeroporti e i dipendenti dell’Aviazione civile.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©

Correlati