Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

I risarcimenti rischiano di mandare in bancarotta la Diocesi

Australia: 20 anni di galera per gli abusi "sadici" di un prete


Australia: 20 anni di galera per gli abusi 'sadici' di un prete
02/07/2010, 10:07

SIDNEY (AUSTRALIA) - Riconosciuto colpevole di avere abusato di almeno 25 ragazzi tra il 1968 e il 1986 in diverse scuole australiane, il prete John Sidney Denham, di 67 anni, è stato condannato a 19 anni e 10 mesi di reclusione. L'uomo è stato condannato non solo per gli abusi, ma anche perchè, essendo il responsabile delle punizioni nelle scuole, era riuscito a creare un clima di terrore per le sue giovani vittime che agevolava la sua non certo meritoria opera.
Durante il processo Denham si è scusato con le vittime: "Tutto quello che possono dire - ha affermato nel processo - è che mi dispiace tanto. Mi vedo semplicemente come uno schifoso pedofile che si è approfittato della situazione e ha usato il suo potere per abusare di giovani". Ha aggiunto anche di essersi eccitato quando infliggeva punizione ai giovani e che riteneva di avere un fascino irresistibile per i ragazzi.
Adesso c'è la fase dei risarcimenti, che sono affidati ad una action class contro il prese e la diocesi di Newcastle, da cui dipendeva. L'entità totale è di molti milioni di dollari, più che sufficienti per mandare in bancarotta la Diocesi. Ma le vittime dimostrano di avercela anche con la Chiesa cattolica. La madre di una delle vittime, intervistata dalla BBC, ha detto: "Era un uomo orrendo. Tutto ricade sulle famiglie, famiglie e fratelli rovinati. La gerarchia nella Chiesa cattolica è disgustosa"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©