Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

Annuncio dato dal premier australiano, si deve controllare

Australia: forse trovati i resti dell'aerei malese


Australia: forse trovati i resti dell'aerei malese
20/03/2014, 09:14

PERTH (AUSTRALIA) - Il premier australiano Tony Abbot, parlando in Parlamento, ha riferito che forse sono stati trovati i resti dell'aereo malese scomparso 12 giorni fa con 239 persone a bordo. Non c'è ancora alcuna certezza, ma sono stati fotografati due oggetti metallici in mare, uno dei quali della lunghezza di 24 metri. Se siano o meno pezzi dell'aereo è da verificare. Cosa non facilissima, dato che si trovano a 2500 Km. a sud ovest di Perth, in una zona di mare aperto. E quindi, se il ritrovamento venisse confermato, ci sarà anche da capire questo: cosa ci fa l'aereo a migliaia e migliaia di chilometri a sud del punto in cui è scomparso?

Intanto i parenti delle 153 vittime cinesi stanno protestando contro la Malaysia Airlines - sia in Cina che in Malesia - per la pessima gestione sia nelle ricerche sia nella trasmissione delle informazioni. 
 
Ma nelle ultime ore, i media americani hanno avanzato una ipotesi: che l'aereo abbia cambiato traiettoria non per una manovra manuale, ma semplicemente perchè qualcuno è riuscito ad alterare i dati nel pilota automatico, in modo da fargli indicare una diversa rotta. Una cosa molto difficile (bisogna essere esperti con il sistema di volo automatico presente sugli aerei), ma non impossibile. Trattandosi di una deviazione di rotta di 180 gradi quasi, resta da capire come mai i piloti non se ne siano accorti...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©