Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

AUSTRALIA: MORTE ALTRE TRE BALENE


AUSTRALIA: MORTE ALTRE TRE BALENE
24/01/2009, 10:01

Sono morti altri tre capodogli facenti parte del gruppo di oltre cinquanta individui che due giorni fa si erano arenati lungo un banco di sabbia davanti alle coste dell'isola di Perkins, nel nord-ovest della Tasmania. Lo hanno riferito fonti dei servizi di soccorso australiani, secondo cui il totale dei cetacei che hanno perso la vita e' cosi' salito a 51. Ne restano in vita appena due. Le operazioni di salvataggio sono state ostacolate dalla bassa marea, dal forte vento e dalle stesse dimensioni degli animali, lunghi dai 12 ai 18 metri ciascuno e pesanti tra le 20 e le 50 tonnellate. La stessa massa dei resti dei capodogli gia' deceduti costituisce un ulteriore ostacolo; tanto piu' che il sito dello spiaggiamento si trova nei pressi della foce di un fiumiciattolo, ed e' accessibile soltanto dal mare. Si spera nell'arrivo dell'alta marea per raggiungere i due superstiti, creare un varco tra i corpaccioni dei compagni e far loro riguadagnare il largo: per il momento comunque rispondono agli stimoli dei soccorritori, muovono code e pinne, e reagiscono ai movimenti delle onde che li lambiscono. In teoria i due capodogli potrebbero dunque ancora farcela, a condizione che si riesca ad alimentarli con regolarita'. Lo scorso novembre sempre in Tasmania, ma piu' a sud, morirono simultaneamente altri centocinquanta cetacei, tutti appartenenti alla specie del globicefalo, di taglia inferiore rispetto al capodoglio: in quel caso gli animali ebbero pero' la sfortuna di approdare su una riva rocciosa, e l'impatto con gli scogli provoco' loro gravi lesioni, che resero vano ogni tentativo di aiutarli.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©