Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

AUSTRIA: PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA COL VELO ASSUNTA COME AUTISTA DI PULLMAN


AUSTRIA: PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA COL VELO ASSUNTA COME AUTISTA DI PULLMAN
25/09/2008, 08:09

La società di trasporti pubblici di Vienna, prima in Europa a farlo, affiderà uno degli autobus ad una donna che guiderà col velo. Non è stata resa nota l'identità della donna, che sta ancora terminando il corso di idoneità e che dovrebbe prendere ufficialmente servizio il prossimo primo ottobre. L'iniziativa è stata aspramente contestata dai partiti austriaci di destra, che in Austria accolgono gran parte della popolazione. In particolare il Partito della Libertà, col suo leader Edward Schok, che ha ricdorato che l'integrazione significa che i mussulmani devono adeguarsi alle leggi austriache, e non l'inverso.

Ma l'azienda di trasporti pubblici ha replicato che è dal 2004 che non viene fatto più obbligo agli autisti di portare il berretto, e quindi non c'è alcuna legge o regolamento che vieta di fare una scelta del genere. I rappresentanti della comunità mussulmana locale si sono detti contenti, perchè è un passo avanti verso una maggiore integrazione.

Il che è vero. Sempre a condizione che il tipo di velo che porta (per i mussulmani ce ne sono diversi tipi, dipende da quanto estremista è una donna - o i suoi parenti maschi - nel seguire la religione) non sia un ostacolo per la guida. Non mi sentirei sicuro a salire sull'autobus guidato da chi ha un burqa in testa, visto che ha un campo visuale ristrettissimo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©