Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Autobomba a Baghdad, almeno 34 morti e oltre 70 feriti


Autobomba a Baghdad, almeno 34 morti e oltre 70 feriti
20/05/2009, 22:05

Almeno 34 persone sono rimaste uccise nello scoppio di un’autobomba, avvenuto mercoledì sera a Shula, un quartiere a maggioranza sciita nella capitale irachena Baghdad. L’attentato ha causato anche numerosi feriti, per ora 72, alcuni dei quali in condizioni molto gravi.
Come riferito dal ministero dell’Interno e da fonti ospedaliere, l’autobomba è saltata in aria alle 19.30 circa ora locale (le 18.30 ora italiana), quando le strade erano molto affollate. L’auto era stata parcheggiata nei pressi di un ristorante. Da aprile sono tornati ad essere frequenti gli attentati in Iraq, soprattutto contro la comunità sciita, e finora sono state uccise, secondo dati ufficiali, 355 persone.
In altri due attentati a Mossul, rende noto la polizia, sono stati uccisi due poliziotti iracheni ed altri tre sono rimasti feriti. Il primo attacco è stato compiuto con un’autobomba, lanciata contro una pattuglia nel centro della città, ed ha causato la morte di un agente ed il ferimento di altri tre. Un altro poliziotti invece è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre era a bordo nella sua auto. Mossul è considerata dalle autorità irachene  e dall’esercito Usa “l’ultima città-roccaforte di al Quaida”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©