Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

I due kamikaze hanno provocato delle esplosioni

Baghdad, attentato in moschea: 31 morti e 56 feriti

Molte delle vittime sono studenti della vicina università

Baghdad, attentato in moschea: 31 morti e 56 feriti
18/06/2013, 17:49

BAGHDAD (IRAQ) - Almeno 31 persone sono morte e 56 sono rimaste ferite a causa di un attentato in una moschea sciita a Baghdad, in Iraq.

Due attentatori sarebbero entrati all’interno della moschea di al-Husseiniyah, nel distretto di al-Qahira, a nord di Baghdad, e avrebbero provocato due esplosioni. A riferirlo è l’agenzia di stampa Xinhua, che, citando fonti del ministero dell’Interno iracheno, ha riportato che “le esplosioni sembrano essere state provocate da due kamikaze che hanno colpito la moschea al-Husseiniyah”. I due kamikaze hanno prima ucciso gli agenti della sicurezza della moschea e successivamente sono entrati nel luogo di culto, dove molti fedeli si trovavano riuniti per la preghiera di mezzogiorno, e hanno messo a punto l’attentato. Secondo quanto riferito dalle fonti mediche e di sicurezza irachene il bilancio delle vittime è di almeno 31 morti e 56 feriti e molte delle vittime sono studenti della vicina università di studi islamici Imam al-Sadiq.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©