Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La Germania si spacca in due

Banchiere scrive un libro contro musulmani ed ebrei


Banchiere scrive un libro contro musulmani ed ebrei
30/08/2010, 21:08

Con il suo libro, “La Germania si distrugge da sè”, l’alto dirigente della Bundesbank, Thilo Sarazzin, ha provocato lo sdegno delle comunità ebraiche e musulmane a causa di alcune dichiarazioni razziste.

Secondo la sua tesi, gli immigrati musulmani, che aumentano esponenzialmente in terra tedesca, possiedono una capacità di integrazione limitata e hanno una mentalità retrograda.

“Tra qualche decennio saranno più numerosi dei tedeschi doc e sarà la fine” - scrive il banchiere nel suo libro – “i problemi più grandi che il nostro Paese deve affrontare sono concentrati nei sei milioni di immigrati di origine musulmana".    

Come se non bastasse, ha poi provocato una dura reazione della cancelliera Angela Merkel, che ha definito Sarrazin e le sue dichiarazioni inaccettabili. Il banchiere tedesco, infatti, aveva dichiarato in un’intervista che “tutti gli ebrei hanno un determinato gene”.

Ovviamente, i quattro milioni di fedeli islamici presenti in Germania e le comunità ebraiche hanno condannato fortemente il libro.

Commenta Stampa
di Luana Rescigno
Riproduzione riservata ©