Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il Papa sottolinea anche il problema dei beni limitati

Benedetto XVI auspica più risorse per l'agicoltura


Benedetto XVI auspica più risorse per l'agicoltura
16/10/2009, 21:10

Il valore del lavoro agricolo "come elemento fondamentale della sicurezza alimentare e, quindi, come una componente integrale dell'attivita' economica", a dirlo è il Papa nel messaggio indirizzato alla Fao in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione".
  <<L'agricoltura deve poter disporre di un sufficiente livello di investimenti e di risorse>> ,ribadisce Benedetto XVI che ricollega questo tema al fatto che i beni della creazione sono limitati per loro natura: infatti secondo il papa tedesco essi richiedono atteggiamenti responsabili e capaci di favorire la sicurezza alimentare, pensando anche a quella delle generazioni future.
<<Auspico – aggiunge Ratzinger - che tale intervento possa favorire una cooperazione che protegga i metodi di coltivazione propri di ogni area ed eviti un uso sconsiderato delle risorse naturali. Auspico, inoltre, che tale cooperazione salvaguardi - continua il testo - i valori propri del mondo rurale e i fondamentali diritti dei lavoratori della terra. Mettendo da parte privilegi, profitti e comodita', questi obiettivi potranno essere realizzati a vantaggio di uomini, donne, bambini, famiglie e comunita', che vivono nelle aree piu' povere del pianeta e sono, dunque, piu' vulnerabili>>.
  Secondo il Pontefice, del resto, "l'esperienza dimostra che le soluzioni tecniche, pur avanzate, mancano di efficacia se non si riferiscono alla persona, principale protagonista che, nella sua dimensione spirituale e materiale, e' origine e fine di ogni attivita'".

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©