Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'incontro tra premier e presidente al G20

Berlusconi a Obama: "Crisi causata da voi, ora mettetevi all'opera"


Berlusconi a Obama: 'Crisi causata da voi, ora mettetevi all'opera'
02/04/2009, 22:04

Positivo l’incontro tra il premier e il presidente americano, avvenuto durante i lavori per il G20. Obama, con il suo ‘sguardo acchiapponico’ di Proiettiana memoria, ha fatto una buona impressione sul Cavaliere, che ha raccontato alcuni particolari dell’incontro.

“Ho detto a Obama, - riferisce Silvio Berlusconi, - che si deve tirare su le maniche per far uscire il mondo dalla crisi visto che arriva proprio dall’America. Lui mi ha risposto che ho ragione e che l’importante è restare tutti insieme per risolvere i problemi”.

Che il presidente Usa abbia fatto una buona impressione al premier, non è mistero. “Ha lo sguardo acchapponico, - ha detto il Cavaliere, citando una battuta di Gigi Proietti nello show ‘A me gli occhi’, - e una grande capacità di rapporto umano.

Sulla crisi economica in Italia, però, il premier rettifica le sue dichiarazioni di qualche giorno fa, quando si era detto pronto a sforare il deficit pur di trovare una soluzione alla crisi. “Mai pensato di farlo, - ha spiegato oggi, - anche perché c’è la crisi e si sfora da solo. L’unica manovra possibile è spostare interventi già destinati e convertirli in qualcosa per il bene dei cittadini”.

Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha intanto annunciato, senza dilungarsi eccessivamente sui dettagli, che i tecnici del governo sono al lavoro per trovare misure che possano evitare i licenziamenti.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©