Dal mondo / America

Commenta Stampa

Mix mortale eroina e cocaina stroncano la vita del piccino

Bimbo nove mesi muore di overdose per colpa dei babysitter


Bimbo nove mesi muore di overdose per colpa dei babysitter
27/05/2013, 21:04

PHILADELPHIA-  A Philadelphia, negli Stati Uniti d'America, un bambino di soli nove mesi, Milton Rojas, è morto di overdose, a causa della droga che gli è stata somministrata dai suoi baby sitter,  ai quali la madre lo aveva affidato per un paio di giorni.

Oscar Sanchez-Rivera e Viameri Santana-Berrios, rispettivamente di 24 e 27 anni, sono accusati di omicidio per aver somministrato al piccolo dell’eroina e della cocaina, un mix che per il bambino che aveva solamente 9 mesi è stato fatale.

 La morte del piccolo Milton Rojas risale al 26 luglio dell’anno scorso, ma solamente adesso le cause del decesso del bambino sono state accertate dal medico legale che ha eseguito l’autopsia al corpo del piccino.

 Secondo quanto stabilito dal medico legale, pare che i due abbiano iniettato le droghe nel braccio del bambino già nelle prime ore della loro convivenza, anche se ancora non si sa chi dei due abbia potuto fare una cosa del genere. Gli accusati, infatti, si dichiarano completamente innocenti e incolpano, invece, la madre.

 Al momento l’unica certezza è che un bambino di appena 9 mesi è morto per overdose da cocaina ed eroina, visto che il medico ha trovato sia sulle mani sia sui piedi 8 segni di ago da siringa, oltre che nello stomaco tracce di sostanze stupefacenti.

 Si apre il processo e sulla testa di Oscar Sanchez-Rivera, ora, pende un’accusa di omicidio di primo grado: l’uomo di trova in carcere senza possibilità di uscire su cauzione, mentre la donna, mamma di due bambini di cinque e otto anni, può uscire con una cauzione di 150 mila dollari

 

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©