Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Il sospetto è che si tratti di un incendio volontario

Birmania: brucia scuola islamica, 13 ragazzini morti


Birmania: brucia scuola islamica, 13 ragazzini morti
02/04/2013, 09:47

RANGOON (BIRMANIA) - Un incendio, scoppiato nella notte in una scuola islamica annessa ad una moschea, ha ucciso 13 ragazzi, in Birmania. In base alle testimonianze, l'intervento dei vigili del fuoco è stato abbastanza rapido e sono stati rapidamente fatti uscire i ragazzi dal dormitorio. Ma 13 di loro sono rimasti bloccati all'interno, per motivi ancora da appurare, e sono bruciati vivi. 
All'inizio la Polizia ha parlato di un corto circuito in un trasformatore, come causa di un incendio accidentale. Ma successivamente ha ammesso che sono in corso ulteriori indagini. L'incendio è avvenuto a Rangoon, ex capitale del Paese. E in quella zona della città ultimamente ci sono state ripetute violenze contro gli islamici. Per questo, secondo alcune testimonianze, le uscite di sicurezza erano state chiuse dall'interno: in caso di irruzione avrebbero creato un ostacolo difficile da superare. Ma, se l'incendio fosse stato appiccato volontariamente, potrebbero essersi trasformate nelle pareti di una gabbia che non ha conssentito ai ragazzi di mettersi in salvo. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©