Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ufficio ex premier cambia rotta, lo comunica al “Guardian”

Blair paga stagisti, dopo le denunce


Blair paga stagisti, dopo le denunce
01/11/2012, 16:30

LONDRA - Hanno vinto la loro battaglia gli stagisti di Tony Blair e finalmente potranno avere un salario minimo.

Sembra, quindi, che si sia avviato un radicale cambiamento prontamente comunicato dall'ufficio privato dell'ex premier Gb, diventato consulente milionario. Dopo il rischio di uno scandalo e di guai col fisco per le denunce di sfruttamento sul lavoro, Blair ha cambiato rotta.

Ad annunciarlo è l'ufficio al Guardian, lo stesso giornale che aveva pubblicato dettagli di una possibile indagine dell'agenzia delle Entrate.

Tutto era partito da una denuncia da parte di un aspirante stagista, 22enne, che si è visto rifiutare il posto quando aveva comunicato di non poter presenziare in ufficio cinque giorni interi alla settimana, come richiesto, poiché per mantenersi necessitava di un lavoro part-time. 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©