Dal mondo / America

Commenta Stampa

Gli Usa confermano: "al-Libi è morto"

Bombardato e ucciso il numero due di Al Qaeda

Il terrorista ucciso da un drone della Cia

Bombardato e ucciso il numero due di Al Qaeda
05/06/2012, 20:06

WASHINGTON – “Il numero due di Al Qaeda: è morto", ha annunciarlo è stato un ufficiale americano sotto anonimato, che ha confermato la voce che circolava dal primo pomeriggio. La Casa Bianca ha sciolto tutte le riserve riguardo Yahia al-Libi. La scorsa notte il rifugio in Pakistan del terrorista è stato bombardato da un drone della Cia. Così, il vice di Ayman al-Zawahiri, ex braccio destro di Osama Bin Laden e nuovo leader dell'organizzazione terroristica,  è stato ucciso. Le fonti giunte a Langley avevano assicurato che il terrorista fosse in casa al momento dell'attacco, ma per diverse ore non avevano potuto confermare che il bersaglio fosse stato raggiunto ed eliminato. Probabile che gli Usa abbiano atteso che fosse l'intelligence pachistana ad accertarsi che i resti del terrorista fossero effettivamente tra le macerie. Altra ipotesi paventata che la Cia abbia intercettato conversazioni tra militanti di Al Qaeda, in cui si sia parlato dell'organizzazione di un funerale per Yahia al-Libi. In ogni caso, l'uso dei droni, aerei privi di pilota comandati a distanza, si conferma l'arma strategica privilegiata dell'amministrazione Obama nella lotta contro il terrorismo. Questo, nonostante la tensione creatasi con Islamabad dopo la morte di 24 soldati pachistani a seguito dell'attacco di un drone.
Il nascondiglio. Il suo rifugio era stato individuato nel villaggio di Khassu Khel, nella regione tribale del Waziristan, a nord-ovest del Pakistan. Il bombardamento che lo ha ucciso dovrebbe chiudere una vera e propria caccia all'uomo scatenata dagli Usa contro al-Libi nelle ultime settimane. I servizi pakistani riferiscono inoltre che il terrorista era scampato ad un precedente attacco sferrato control il numero due di Al Qaeda il 28 maggio, in un altro villaggio della stessa regione. Rimasto ferito, al-Libi si era trasferito a Khassu Khel dove è stato raggiunto e ucciso dal drone Cia.     

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©