Dal mondo / America

Commenta Stampa

Brasile: Battisti non mangia per protesta


Brasile: Battisti non mangia per protesta
14/11/2009, 17:11

Cesare Battisti, l’ex militante della lotta armata di sinistra, ha cominciato lo sciopero della fame nel carcere brasiliano dove è detenuto. Lo sciopero è una protesta contro la possibile estradizione in Italia.

A renderlo noto è stato il senatore Josè Nery, venuto in possesso di una lettera di Battisti, indirizzata al presidente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva. Nella lettera il detenuto spiega di essere pronto a morire in Brasile piuttosto che tornare in italia, dove ha subito una condanna negli anni ’70 per quattro omicidi.

Intanto, la Corte suprema brasiliana deve prendere una decisione a riguardo. Degli otto giudici, quattro sono a favore dell’estradizione ed altri quattro no.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©