Dal mondo / America

Commenta Stampa

Uno stupido gioco o una leggenda metropolitana

Brasile: due ragazze uccise e una stuprata per un braccialetto


Brasile: due ragazze uccise e una stuprata per un braccialetto
08/04/2010, 12:04

MANAUS - Molti di noi avranno visto alle fiere quelli che vengono venduti come "braccialetti brasiliani", e che sono in effetti dei laccetti colorati da mettere al polso. Ognuno di questi ha un significato specifico, in Brasile; significato che può sfociare nel sesso. Infatti il braccialetto di colore viola significa un bacio alla francese; quello nero il sesso. E il ragazzo che rompe il braccialetto di quel colore, secondo una abitudine sempre più comune, ha "diritto" a prendersi la sua ricompensa. In questa maniera a Manaus, una città brasiliana non lontano dalla Foresta Amazzonica, due ragazze sono state uccise negli ultimi giorni ed una ragazza è stata stuprata. Da quanto si è saputo, in tutti e tre i casi le ragazze avevano il braccialetto nero e c'è stato chi l'ha rotto e ha preteso la "ricompensa". Quando le ragazze si sono rifiutate, è scattata la violenza e - in due casi - di fronte alla resistenza della ragazza, c'è stato l'omicidio. Il terzo caso ha riguardato una ragazza di 13 anni che poco ha potuto fare per evitare di essere stuprata.
Per questo le autorità brasiliane hanno proibito ai minori di anni 18 di indossare quei braccialetti. Che in realtà sono nati in Inghilterra, neanche in Brasile, all'epoca degli hippie. Mentre ovviamente il fatto che romperli significa avere una qualche ricompensa legata al colore, è solo una stupidaggine, forse legata ad un gioco idiota o a qualche leggenda metropolitana. Che in un caso del genere, come è facile immaginare, fa presto a diffondersi tra i ragazzi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati