Dal mondo / America

Commenta Stampa

L'uomo si è poi suicidato con la sua stessa pistola

Brasile: entra in una scuola e spara, 13 morti e 22 feriti


Brasile: entra in una scuola e spara, 13 morti e 22 feriti
07/04/2011, 18:04

RIO DE JANEIRO (BRASILE) - Giornata di sangue a Rio de Janeiro, oggi. Un ragazzo di 24 anni, Wellington Menezes de Oliveira, è entrato nella Escola Municipal Tasso da Silveira, che si trova nella periferia ovest della città brasiliana. Ha detto di dover andare in palestra, che conosceva bene, essendo un ex alunno di quella scuola; per questo non hanno avuto problemi a farlo entrare. Così ha avuto accesso alla scuola, ed è andato in un'aula dove si stava svolgendo una lezione di portoghese. Qui è entrato impugnando due pistole e ha cominciato a sparare su alunni ed insegnanti. E' cominciato un fuggi fuggi generale, che non è servito a salvare dai proiettili. In base alle informazioni fin qui avute, alla fine il bilancio è stato di 13 morti e 22 feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni. Dopo di che Wellington ha puntato l'arma contro di sè e si è sparato alla testa.
La Polizia ha anche riferito che l'uomo ha lasciato un biglietto, scritto in modo confuso e con un contenuto considerato "vicino al fondamentalismo islamico", ma ancora nessuno sa esattamente cosa c'era scritto. E la sorella ha confermato che recentemente Wellington si era avvicinato all'Islam e stava seduto molte ore al computer, collegato ad Internet.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati