Dal mondo / America

Commenta Stampa

Le anticipazione del quotidiano Estadio de San Paolo

Brasile: l'Alta Corte si prepara a scarcerare Battisti

Sei giudici su nove sarebbero pronti a firmare

Brasile: l'Alta Corte si prepara a scarcerare Battisti
12/01/2011, 21:01

BRASILIA (BRASILE) - SI avvicina il momento della decisione definitiva per la sorte di Cesare Battisti, detenuto in Brasile in attesa di sapere se quel Paese accetterà di estradarlo in Italia. Una estradizione che però secondo il quotidiano Estadio de San Paolo - considerato sempre ben informato sulle vicende giudiziarie - non avverrà. Infatti sei giudici sui nove dell'Alta Corte che si esprimeranno sulla decisione di liberare o meno il terrorista italiano, sarebbero pronti a sottoscrivere il no dell'ormai ex presidente Ignacio Lula da SIlva. In realtà i magistrati sarebbero 11, ma uno si è dimesso e deve essere ancora sostituito; mentre José Antonio Dias Toffoli, nominato di recente da Lula, si è sempre astenuto su questa vicenda avendola vissuta dall'altra parte, come Avvocato Generale dello Stato.
Se le cose andranno così, si dovrà solo aspettare la prossima seduta del supremo organo della magistratura brasiliana, che si riunirà non prima di febbraio (in questo momento in Brasile è caldo come ad agosto e l'attività giudiziaria è sospesa), anche se poi la vicenda dovrà essere calendarizzata e quindi forse verrà spostata a marzo. Ma, se queste anticipazioni sono giuste, nel giro di qualche giorno dopo il voto, Battisti dovrebbe essere rilasciato e vivere come un libero cittadino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©