Dal mondo / America

Commenta Stampa

"Sono innocente ma preferisco patteggiare"

Brasile, senatore accusato di corruzione risarcisce lo Stato

Sotto processo per frode e uso illegale di fondi

Il senatore Luiz Estevão
Il senatore Luiz Estevão
24/08/2012, 21:52

Luiz Estevão, un noto costruttore nonché ex senatore brasiliano sotto processo per corruzione, pagherà allo Stato 234 milioni di dollari in base ad un accordo con la giustizia, in quello che secondo il governo di Dilma Rousseff potrebbe essere il più grande recupero di fondi pubblici malversati della storia.

Estevão è sotto processo per frode aggravata e uso illegale di fondi dello Stato, accusato di aver sottratto parte del denaro stanziato per la costruzione di una nuova sede del tribunale regionale di San Paolo, negli anni 90: secondo stime della procura locale, con meno del 64% dei lavori conclusi dalla impresa OK, di proprietà dell'allora senatore, aveva già incassato il 98% del budget previsto. Ma Estevão ha negato di “aver commesso i delitti che mi si rimproverano, ma preferisco arrivare ad un accordo per uscire da questa situazione”, in riferimento al blocco giudiziario dei suoi conti in banca, nonché‚ degli oltre 1200 immobili di sua proprietà disposto dalla magistratura brasiliana. Secondo i termini dell'accordo giudiziario, l'ex senatore pagherà circa 40 milioni di dollari in un primo momento, e il resto della somma in 96 rate di 2 milioni dollari l'una. 

Commenta Stampa
di GB Riproduzione riservata ©