Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Continua la fuga delle attività finanziarie dalla City

Brexit: Goldman Sachs e JpMorgan preparano le valigie


Brexit: Goldman Sachs e JpMorgan preparano le valigie
05/05/2017, 17:06

LONDRA (INGHILTERRA) - Dopo i Lloyd's, dopo diverse banche russe, dopo la Deutche Bank, anche due grandi banche americane annunciano l'addio all'Inghilterra, in caso di Brexit. Si tratta della Goldman Sachs, che dovrebbe dimezzare il numero dei propri dipendenti in Inghilterra (attualmente sono oltre 5000), e della JP Morgan, che dovrebbe trasferire sul continente almeno 400 dipendenti. 

Le cause di questi trasferimenti sono ovvie: avere gli uffici a Londra, che è uno dei centri finanziari più importanti del mondo, era comodo perchè così si potevano gestire anche gli affari in tutta la Ue. Ma con la Brexit, c'è il rischio che l'Inghilterra venga trattata come un qualsiasi Paese straniero e che quindi gli uffici inglesi non abbiano più quelle facilitazioni che hanno adesso che la Gran Bretagna è nella Ue. Infatti tutti gli istituti finanziari si preparano a creare nuove filiali sul continente, per poter mantenere uffici dotati di "privilegi" riservati agli istituti accreditati nei 27 Paesi della Ue. E siamo sempre in una situazione dove la Brexit ancora non c'è...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©