Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

La May non ha reso noto il parere legale sulla Brexit

Brexit: la Camera denuncia il governo per "oltraggio"


Brexit: la Camera denuncia il governo per 'oltraggio'
05/12/2018, 09:38

LONDRA (GRAN BRETAGNA) - E' una cosa che non è mai successa nell'ultimo secolo: il governo britannico censurato per "oltraggio al Parlamento" dalla Camera dei Comuni. Alla base, ancora una volta la Brexit. Più propriamente, il rifiuto che la premier Theresa May ha finora opposto alla pubblicazione del parare legale dell'"Attourney general" (l'addetto legale che si occupa dei documenti del governo e del Parlamento) Geoffrey Cox. Di fronte a questa levata di scudi (che ha visto voti a favore anche nel proprio partito) la May ha deciso di rendere pubblico il parere entro le prossime 24 ore. 

Secondo le indiscrezioni, il problema sarebbe nelle pesanti critiche che il parere legale contiene soprattutto sul punto più controverso, quello dell'Irlanda. Infatti l'accordo concluso con la Ue prevede per l'Irlanda una situazione di permanenza nel mercato unico della Ue, dato che non sono possibili accordi che sollevino confini tra l'Irlanda del Nord (che fa parte del Regno Unito) e il resto dell'Isola (che fa parte della Ue). Gli accordi che misero fine alla lotta tra cattolici e protestanti (noti come Accordi del Venerdì) vietano la costruzione di barriere tra le due zone dell'isola. E questa sin dall'inizio è stata una delle questioni fondamentali della Brexit: coniugare il rispetto di questi accordi con la necessità di esaminare le merci importate nel Regno Unito attraverso quel confine. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©