Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ipotesi già bocciata anche dall'opposizione

Brexit: la premier Theresa May apre ad un secondo referendum


Brexit: la premier Theresa May apre ad un secondo referendum
22/05/2019, 11:04

LONDRA (GRAN BRETAGNA) - La premier Theresa May deve essere disperata, politicamente. Non si spiega altrimenti il suo discorso di ieri, fatto in un centro commerciale a poca distanza da Westminster, in cui per la prima volta apre alla possibilità di un secondo referendum sulla Brexit. L'idea lanciata è quella di presentarla come mozione su cui il Parlamento dovrà esprimersi - insieme ad altre mozioni - nelle prime due settimane di giugno. Così come ha lanciato l'idea - che dovrebbe concretizzarsi in una seconda mozione da votare in Parlamento - di una unione doganale temporanea con la Ue per risolvere il problema dell'Irlanda. 

Due argomentazioni che nelle intenzioni dovrebbero garantire l'appoggio dell'opposizione e quindi la creazione di una maggioranza che poi voti anche l'accordo fatto con la Ue, che verrebbe presentato per la quarta volta. Ma Jeremy Corbyn ha già dichiarato la propria contrarietà a queste aperture, dato che rischierebbero di spaccare il suo partito. E che non trovano appoggio neanche nella maggioranza, che vuole una Brexit più netta. Il risultato è che la May rischia di trovarsi senza appoggio, con una quota di voti favorevoli inferiore a quella ottenuta finora. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©