Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Le proiezioni elettorali vedono i Laburisti in picchiata

Brown dopo la debacle: “Non mi dimetto”


Brown dopo la debacle: “Non mi dimetto”
05/06/2009, 18:06

Il premier britannico, Gordon Brown, non ha nessuna intenzione di lasciare la poltrona malgrado il momento pessimo che sta vivendo il suo governo. “Se non fossi convinto di essere la persona migliore per guidare la Gran Bretagna non sarei qui”,  ha dichiarato Brown, pur ammettendo: “Sono qui per assumermi le mie responsabilità. Le elezioni sono state una dolorosa sconfitta per il Labour”.

Dopo il voto locale ed europeo di giovedì, le proiezioni elettorali danno i Laburisti al 23%, distaccati di molto dai Conservatori (38%) e superati anche dai Liberal (28%). “Credo, - ha concluso Brown, rimarcando le sue intenzioni di non lasciare la guida, - che il dovere verso il Paese sia più forte che verso se stessi o il partito”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©