Dal mondo / America

Commenta Stampa

Brown, neo-governatore della California, promette austerity

Tagli alle spese per la ripresa dello stato

Brown, neo-governatore della California, promette austerity
04/01/2011, 13:01

SACRAMENTO – Nella giornata di ieri Jerry Brown ha prestato giuramento come nuovo governatore della California, riprendendo un incarico già assunto circa trent'anni fa.  In linea con il suo messaggio di austerity e di scelte dolorose il veterano democratico, che è stato già governatore della California per due mandati dal 1975 al 1983, ha servito hot dog durante il suo pranzo inaugurale, dopo essere subentrato al repubblicano Arnold Schwarzenegger. A suscitare grande fervore sono state le dichiarazioni rilasciate sulle "misure drastiche" volte a far riprendere uno degli stati più danneggiati dalla crisi economica, la California. Avendo ereditato un gap di bilancio stimato in circa 28 miliardi di dollari fino a metà 2012, Brown ha invocato tagli alle spese per la ripresa dello stato più popolato d'America, ma con il peggiore rating del credito. Brown, inoltre, dovrebbe anche indire un referendum speciale per chiedere agli elettori di prorogare temporaneamente l'aumento delle tasse per cercare di colmare il buco di bilancio. Entro una settimana il nuovo governatore della California deve presentare il suo budget plan per l'anno fiscale che comincia a luglio. “A questo punto della mia vita, non sono venuto qui per adottare un metodo fatto di ritardi e smentite", ha dichiarato Brown alla folla presente a Sacramento, la capitale dello stato. Brown ha anche promesso di mettere in cima alla sua agenda i temi ambientali e di ottenere 20.000 megawatt di energia dalle fonti rinnovabili entro il 2020.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©