Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Le pressioni internazionali ottengono un risultato

Brunei: il sultano sospende la pena di morte per i gay


Brunei: il sultano sospende la pena di morte per i gay
06/05/2019, 10:22

BANDAR SERI BAGWAN (SULTANATO DI BRUNEI) - Il sultano di Brunei, Hassanal Bolkiah, ha disposto una moratoria sull'applicazione della legge, varata recentemente, che prevede la pena di morte per lapidazione per gli omosessuali. La norma era stata annunciata il 3 aprile scorso, ed aveva subito scatenato la riprovazione generale in tutto il mondo. Tanto che gruppi di diritti umani sono scesi in campo per boicottare il piccolo Paese dell'Asia sud orientale, appoggiati da celebrità come George Clooney. E proprio questo boicottaggio ha convinto il sultano a rinviare l'applicazioen della legge: prima del suo desiderio di applicare la sharia nel suo Paese, c'è l'economia del Paese. Che si basa troppo sul turismo e sulle banche per rinunciare all'appoggio dei Paesi occidentali e per permettersi una pubblicità così negativa. Inoltre è stato lanciato un boicottaggio contro alcuni hotel di lusso di proprietà del sultano, come il Dorchester di Londra e il Beverly Hills di Los Angeles.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©