Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il Parlamento vara una tabella di marcia per norme a tutela

Bruxelles, l'Ue interviene a favore della comunità Lgbt

Si interverrà su crimini d'odio e asilo

Bruxelles, l'Ue interviene a favore della comunità Lgbt
04/02/2014, 15:39

BRUXELLES – Il Parlamento Europeo interviene a sostegno della comunità Lgbt creando una tabella di marcia per stabilire nuove norme a tutela dei loro diritti fondamentali. Una buona mossa a favore della lotta contro l'omofobia, tema reso ancora una volta attuale a seguito di un sondaggio dell'Agenzia Ue per i diritti fondamentali.

Secondo tale sondaggio nel 2013 il 47% di queste persone si sentiva discriminato e il 26% era stato addirittura aggredito fisicamente. Di qui la mossa di Strasburgo con una votazione in sessione plenaria che ha visto 394 voti a favore, 176 contrari e 72 astensioni. Verrà adottata, quindi, una politica a difesa  dei diritti degli omosessuali  stabilendo alcune priorità da affrontare con le nuove norme comunitarie e nazionali. Di certo si andrà ad intervenire in campi come l'occupazione, l'istruzione, la sanità, i beni e servizi, le famiglie e la libertà  di movimento, la libertà  di espressione, i crimini d'odio e l'asilo.

Inoltre, sarà compito della Commissione elaborare orientamenti per garantire l'attuazione delle direttive relative al diritto dei cittadini UE e dei loro familiari di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri e al diritto alla riunificazione familiare per assicurare il rispetto di tutte le forme di famiglia riconosciute a livello giuridico dalla leggi nazionali degli Stati membri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©